Le cose che faccio e le passioni che mi muovono

Bilancio per le elezioni 2018

Voterò una forza dichiaratamente antifascista. L'antifascismo non è un cimelio. Non è una stella al valor civile o militare sul petto di un partigiano nel 1945. L'antifascismo è solo un modo sbrigativo, una parola sintetica per riferisti alle dittature. La prima dittatura è stata il fascismo. E quindi si dice antifascista. Siccome sono antifascista sono contro il fascismo, il nazismo, lo stalinismo, il franchismo spagnolo, il comunismo cinese, il castrismo cubano, il comunismo jugoslavo, il fascismo di Pinochet, il comunismo coreano... etc etc etc.

Ecco questo significa essere antifascista. Significa che la democrazia non è la dittatura di una maggioranza su una minoranza. No, quella non è democrazia. La democrazia è rispetto delle minoranze, tolleranza, uguaglianza delle opportunità, stato di diritto, libertà religiosa e anche economica. Il tutto nei limiti del rispetto della dignità umana. Ecco perché il mio personale manifesto politico è la Costituzione Italiana.

Oggi 27 febbraio 2018 ci avviamo a votare per il rinnovo del parlamento italiano. Mai come questa volta è veramente difficile.

Come ho detto voterò ovviamente per una forza che sull'antifascismo non glissa, non fa spallucce, non ci gira intorno. Voterò una forza che annovera inequivocabilmente fra i suoi valori l'antifascismo. Puoi essere anche onesto e capace, ma se sei un fascista, ossia una forza che guarda con simpatia o anche solo con nostalgia ad una delle tante dittature della storia, allora non puoi avere il mio sostegno.

Pertanto sono fuori dal mio paradigma tutto il centrodestra, il Movimento 5 Stelle e ovviamente le forze antidemocratiche e dichiaratamente fasciste ammesse, non si sa come sia possibile, a competere elettoralmente in queste elezioni 2018.

Sul piano programmatico e di curriculum di governo il centro destra è bocciato in partenza per tutte le porcate fatte (fatto salvo la patente a punti, la legge di divieto del fumo nei locali pubblici e qualche altro risultato utile).

Sulle cose che ogni partito vuole fare mi astengo.

Tutti si sono impegnati a scrivere cose belle. È il passato quello che conta, non le promesse. A scuola mi hanno sempre promosso o rimandato a settembre su quanto avevo studiato e non su quanto promettevo di studiare in futuro.

I Cinque Stelle non hanno mai governato il Paese. Le esperienze dei loro sindaci raggiungono a stento la sufficienza. Virginia Raggi è una che proviene dallo studio legale di Previti, e questo per me è sufficiente per deridere le pretese di novità politica del M5S.

Le loro posizioni politiche e ideologiche e le contiguità con forze come Lega, Casa Pound, Forza Nuova e le esternazioni sull'immigrazione ne fanno una forza conservatrice di destra quasi estrema.

Inoltre la storia dei rimborsi dallo Stato (non mi riferisco ai mancati bonifici nel fondo PMI, quelle sono scelte loro, anche se dicono molto sulla loto moralità e credibilità) mi fa rabbrividire. Seimila euro per le penne BIC di Di Maio, colazioni mattutine costate al contribuente centinaia di euro... francamente mi fanno dubitare del tutto della loro buona fede quando parlano di "Honestà".

Ciò che mi piace o non piace è espresso sulla base delle mie analisi e delle mie percezioni personali. Rispetto al passato sono molto meno attento alle vicende politiche, impegnato come sono a provvedere alla sopravvivenza mia e della mia famiglia.

Sono consapevole che questi conteggi sono magari anche riduttivi rispetto a un'analisi più approfondita. Ma il tempo che ho a disposizione (sempre per il discorso della sopravvivenza) questo mi permette di fare.


Restano: Partito Democratico, Liberi e Uguali, Potere al Popolo.

Normalmente per un fatto funzionale escludo qualunque forza sotto il 3%. Quelle forze sono piccole lobby o masturbazioni identitarie. Ho fatto eccezione per Potere al Popolo perché in fondo quell'universo è stato il mio primo amore e quindi l'ho messo di diritto fra le opzioni possibili al pari di chi viaggia su numeri per i quali può competere per davvero a condizionare lo scenario politico italiano.

Tuttavia non credo che voterò Potere al Popolo. Non lo voterò per il mio percorso politico e la mia storia. Sono partito negli anni 90 da una forza autenticamente comunista come Rifondazione Comunista di Fausto Bertinotti, Armando Cossutta, Marco Ferrando e Livio Maitan. Poi sono tornato ai movimenti. Dopo Genova 2001 ho capito che per combattere e condizionare in meglio lo Stato c'è bisogno che le forze siano convogliate e attive là dove possano essere condizionanti.
Ho pensato che dovevo dedicare le mie energie in un grande partito di sinistra. Il prezzo personale che si paga è quello di stare in formazioni politiche con persone molto diverse da sé, a volte anche dei disonesti, ma il beneficio di condizionare verso la giustizia sociale è ben più elevato del prezzo personale che si paga.

In seconda istanza ho maturato la consapevolezza storica che una rivoluzione politica senza quella culturale a supporto porta inevitabilmente a dittature che nulla hanno a che fare con la sinistra.
Pertanto ho immaginato che i cambiamenti politici debbano seguire il passo lento di quelli culturali e sociali. Ed è là che soprattutto ognuno dovrebbe agire.
Pertanto queste riflessioni mi portano a non votare e sostenere piccole formazioni comuniste benché nei loro programmi trovo esattamente le cose che ritengo giuste.
Insomma non è un fatto di merito, ma di metodo.

Liberi e Uguali. Non voterò questa formazione. In questo partito c'è concentrato il senso di una sinistra succube e/o peggio complice del punto in cui siamo. Il suo rappresentante principale è Massimo D'Alema. La mia esperienza diretta mi dice che invece di combattere il cancro del nostro paese, il berluconismo, Massimo D'Alema ha lavorato costantemente per una terapia palliativa, una cuscinetto tale da lasciare le cose andare così come sono andate. Massimo D'Alema è stato il cavallo di troia del berlusconismo all'interno dell'unica forza che poteva sanare il Paese: L'Ulivo. Ovviamente lui e il dalemismo hanno avuto in cambio tante cose che, per brevità, non starò qui ad elencare.
Inoltre hanno usato gli stessi metodi incondivisibili di costruzione delle liste del PD. Si dice nella mia città: "Puorco pi puorco mi tengo lu puorco mio". Cioè: fra una fotocopia e l'originale a questo punto meglio l'originale. Secondo me avrebbero fatto molto meglio restare nel PD a tutela di un barlume di democrazia. Siccome si attesteranno sotto il 5% a questo punto se devo votare LeU meglio votare Potere al Popolo.

Partito Democratico. Per me rappresenta, come dire, una mia ex. Un vecchio e lungo amore. Come è finita quella storia d'amore? Niente: mi ha tradito. Ma non con un altro, attenzione, no: quella ex fidanzata mi ha cacciato di casa (una casa che era soprattutto mia) e poi ha rinnegato tutto ciò su cui avevamo costruito la nostra storia insieme. Ha tradito quel che eravamo.

 

Il PD ha governato. Non mi resta che fare un bilancio politico ragionieristico.

Delle cose che ha fatto (e non ha fatto) individuando quali condivido e quali no, e dando un voto ai risultati, sia quelli detti che quelli non detti ma da me visti e vissuti.
Se il bilancio è positivo, voterò PD, altrimenti rifletterò e cercherò un'altra soluzione che al momento non ho.
Ovviamente dimenticherò qualcosa delle cose fatte o non fatte. Pazienza.

Ho fatto le pulci all'elenco che il PD indica come fatte.

Azione mi piace SI/NO Quanto MI PIACE
(da -3 a +3)
Note  
Restituito 80€ netti al mese ai dipendenti con stipendio inferiore ai 1.500€ al mese SI 2 Benché dare i soldi a lavoratori e famiglie sia sempre una azione condivisibile, l'ho trovata comunque una concessione.  
Aumentato gli occupati con un milione di nuovi posti di lavoro grazie al JobsAct
NO -3 Il JobAct non mi ha mai convinto. Già il fatto che non si usi l'italiano mi urta, e poi i dati sono contraddittori. E l'istat, mi dispiace, non è attendibile. L'abolizione dell'articolo 18 merita il minimo del punteggio.  
Approvato la legge sull'educazione dei più piccoli, sul modello Reggio Emilia, la scuola 0/6
SI 3    
Aboliti i CoCoPro SI 3    
Dimezzati i permessi sindacali
NO -1 Sarà pur vero che i privilegi dei lavoratori ci sono scappati un bel po' di mano però nel metterci le mani ci voleva più attenzione.  
Approvata la legge sul Dopo di Noi SI 3    
Istituito l'assegno di ricollocazione per chi perde il posto di lavoro
SI 3    
Istituto il Bonus Bebè SI 2 Credo sia meglio creare le condizioni per farli i figli che non sostenere quella marginale minoranza che li fa, di cui la maggior parte appartiene a chi se lo può permettere.  
Valorizzato con la legge 107 l'alternanza scuola lavoro
SI 3    

Abbassato l'Ires dal 27.5% al 24% con eliminazione della componente costo del lavoro dall'Irap come richiesto per anni dal mondo produttivo

SI 3    
Eliminato l'IMU e la TASI sulla prima casa e sugli imbullonati.  SI    
Creati i PIR, strumento finanziario per aiutare risparmio e piccole imprese a crescere
SI 2    
Innovato la normativa su welfare aziendale e produttività
SI 2    
Istituito il Bonus Giovani Coppie per ristrutturazioni e acquisto arredi
SI 1 Credo sarebbe satato meglio investire nell'edilizia pubblica e popolare  
Firmati 15 Patti per il Mezzogiorno con stanziamento immediato di risorse per ogni singolo progetto SI 1    
Introdotto il Patent Box per i brevetti SI 3    
Raggiunto il record storico di recupero dall'evasione (oltre 25 miliardi€) raddoppiando i livelli del 2011 SI 1 Avrei messo +3 ma l'innalzamento del contante è un regalo agli evasori, quindi 1  
Chiuso Equitalia, incorporandola dentro l'Agenzia delle Entrate SI 1 Per me è solo marketing. La tassazione è il problema non come si chiama il pubblicano.  
Introdotta la Dichiarazione dei Redditi precompilata per semplificare e combattere l'evasione
SI 3    
Ridotto il cuneo contributivo per il lavoro autonomo dal 33 al 25% e introdotto regime dei minimi agevolato NO -3 Questa è una cosa che mi irrita molto. Il regime dei minimi è solo per i consulenti, cioè per una marginalità del mondo delle partite IVA. Per gli altri resta la presunzione di reddito su INPS e IRPEF  
Aperto la direzione dei musei a personalità autorevoli di tutto il mondo
SI 1 "Aperta la direzione" non vuol dire niente. I musei e il patrimonio artistico va affidato per merito come è accaduto al parco del cilento e a Caserta.  
Sbloccato i contratti per forze dell'ordine e riordino delle carriere, diminuiti i numeri dei reati e finanziati progetti di videosorveglianza per 37 milioni di euro Assumere diecimila tra carabinieri, poliziotti, finanzieri, agenti penitenziari e vigili del fuoco ogni anno per aumentare la presenza capillare sul territorio e la percezione effettiva della sicurezza. SI 1 La sicurezza in Italia non è una priorità. Dal 1990 ad esempio gli omicidi sono diventati un ottavo. La dobbiamo finire con queste sciocchezze.  
Assicurata la lotta contro il terrorismo e l'estremismo con le missioni internazionali, a cominciare dall'Afghanistan e da Mosul. NO -3 Le missioni militari di pace sono un ossimoro  
Approvata la legge sull'autismo
SI 3    
Approvata la legge contro lo spreco alimentare
SI 3    
Approvata la legge su divorzio breve
SI 3    
Inserito il tetto di stipendio ai manager del pubblico
SI 3    
Reso obbligatori più vaccini per la salute dei nostri figli
SI 2 Non do 3 perché comunque per carattere gli obblighi non mi appassionano e perché le case farmaceutiche hanno comunque una cultura organizzativa quasi sempre malavitosa.  
Salvato i correntisti delle banche e i dipendenti nonostante le difficili regole europee
NO -3 A me è sembrato un aiuto agli amici banchieri facilitando, premiando e sotenendo l'affermazione della mediocrita e della disonestà nell'universo bancario  
Approvato la legge sul Biotestamento
SI 3    
Rispettato le regole europee grazie alla Flessibilità
NO -3 La flessibilità in Italia è precariato. Le regole europee le hanno pagate ancora una volta le fasce deboli  
Dimezzato le infrazioni europee aperte contro l'Italia, con una performance record da 121 a 62  SI  2    
Introdotto il reddito di inclusione per le persone in difficoltà, prima misura della storia repubblicana contro la povertà SI 1 Le regole e i parametri sono molto ma molto discutibili.  
Permesso il cumulo gratuito delle pensioni
SI 3    
Garantite le salvaguardie per circa 70mila esodati e garantita la quattordicesima per pensioni basse. SI 1 Serviva faremolto di più  
Realizzato l'Human Technopole a Milano nell'area che fu dell'Expo
SI 2    
Investito nell'attrazione turistica dell'Italia con crescita media del +10% in questa legislatura
SI 2 Se è sempre l'Istat il garante dei numeri ho i miei dubbi  
Realizzato un grande piano sul Made In per le esportazioni italiane.
SI 1 Più fuffa che risultato  
Introdotti i reati ambientali e il caporalato SI 3    
Approvata la legge sui piccoli comuni
SI 1 Serviva fare di più, i Comuni stanno al collasso  
Aumentato il numero di ragazzi che fanno servizio civile da 800 nel 2013 a oltre cinquantamila nel 2017 SI 2 Bisognava renderlo obbligatorio da subito  
Installato poco più di mille colonnine per i veicoli elettrici
SI 2    
Dimezzato le auto di rappresentanza dell'Amministrazione centrale
SI 1 In un momento di crisi serviva fare di più  
Ampliato l'ecobonus per gli investimenti nelle abitazioni
SI 2    
Finanziato il progetto “Rammendo” sulle periferie per oltre due miliardi di euro coinvolgendo i comuni di ogni colore politico SI 3    
Lanciato il progetto Casa Italia alla luce delle considerazioni di Renzo Piano
NO -3 Gestito male  
Inaugurate opere bloccate da anni come Variante di Valico Firenze Bologna, Salerno Reggio Calabria, Quadrilatero SI 3 Do un 3 non fosse altro che per la SA-RC  
Approvato il primo piano nazionale per la Banda Ultra Larga per coprire anche le zone grigie e meno convenienti per gli operatori ma fondamentali per i cittadini SI 3    
Inaugurate le stazioni dell'Alta Velocità di Brescia e Afragola
SI 1    
Approvata la legge sulla ciclabilità
SI 1    
Inaugurati per la “cura del ferro” 60 km di metro e tram per circa 100 nuove stazioni
SI 2    
Stanziato quasi 10 miliardi per edilizia scolastica di cui oltre la metà già spesi per più di undicimila interventi: la più grande operazione di manutenzione degli ultimi decenni  SI 3    
Creato una unità di missione a Palazzo Chigi sul dissesto idrogeologico con sblocco finanziamenti fino a 9 miliardi di euro. SI 2    
Stanziati i denari per la bonifica dei principali siti inquinati a cominciare da Taranto per Ilva, Casale Monferrato, Bagnoli e Terra dei Fuochi. NO -2 Abito in Campania vicino alla terra dei fuochi, e non mi sembra che le cose siano migliorate. Abbiamo lasciato dire a De Luca che i nostri tanti casi di tumore derivano da stili di vita sbagliato. De Luca andava interdetto e ricoverato in una clinica psichiatrica.  
Recuperati circa ventimila immobili dell'edilizia residenziale popolare bloccati dalla mancanza di manutenzione per carenza di fondi con un investimento di 470 milioni. SI 1    
Introdotto il processo telematico civile, riducendo i tempi della giustizia e semplificando il sistema. SI 3    
Introdotto il reato di omicidio stradale.
SI 3    
Abolito il finanziamento pubblico ai partiti
NO -3 Non sono assolutamente d'accordo. I motivi sono troppi per parlarne qui. Io resto per il finanziamento pubblico.  
Finanziato medicinali innovativi come quelli sull'Epatite C
SI 2 Avrei dato 3 ma avete diminuito drasticamente la gratuità per gli esami di prevenzione  
Aumentato il Fondo Sanitario da 107 a 114 miliardi di euro
SI 2 Vedi riga sopra  
Aggiornato dopo quasi vent'anni il nomenclatore e i LEA, livelli essenziali di assistenza
SI 2    
Avviata la riduzione di quasi duemila società pubbliche, rinnovati i contratti dopo anni di blocco, affermata la trasparenza con il “Foia” SI 3    
Punito i furbetti che timbrano il cartellino e se ne vanno con il licenziamento immediato
SI 3    
Disciplinata la nuova normativa sul terzo settore
SI 2    
Aumentato il Fondo per la non autosufficienza, massacrato negli anni della crisi
SI 2    
 Realizzato Expo 2015 a Milano, nonostante le polemiche e gli scandali
 SI    
Recepito in Italia le direttive volute da chi ci ha preceduto sull'Unione Bancaria
NO -3 Su tutto ciò che riguarda le banche (anche solo in maniera tangente) il PD e Renzi dovrebbero tacere  
Aumentato gli investimenti in cooperazione internazionale dopo anni di tagli
SI 2    
Approvata la legge sulle Unioni Civili.
SI 3    
Realizzato per la prima volta un governo paritario con metà donne e metà uomini
SI 1 Meno donne belle e più donne capaci. Solo allora 3.  
Investito 270 milioni di € sui dipartimenti universitari d'eccellenza e allargato la no tax area
NO -3 L'università andava riformata partendo dai baroni e dalle dinastie, e la no tax area andava individuata come % area senza presunzione di reddito.  
Affrontato la più grave crisi sull'immigrazione riducendo gli sbarchi e lottando contro gli scafisti SI 2 Più durezza con l'Europa  
Aumentato la capacità di spesa dei fondi europei cancellando la vergogna del passato con l'Italia che sprecava le risorse continentali. NO -1 Non l'ho vista tutta st'efficientazione  
Lottato contro il precariato nella scuola assumendo gli oltre centomila professori aventi diritto resi precari da anni NO -2 La "Buona Scuola" non si può valutare solo per quanti assunti ci sono stati.  
Introdotto il bonus formativo per i professori
SI 1    
Realizzato un piano di scuola digitale efficace e innovativo
SI 3    
Inserito il principio “Un euro in cultura, un euro in sicurezza”
SI 3    
Introdotto il Bonus Cultura 18 enni, il Progetto Bellezza, approvata la legge sul cinema e sullo spettacolo dal vivo, investendo oltre tre miliardi di € in cultura, sbloccato il grande progetto Pompei SI 1 Il principio di Bonus non mi piace molto.  
Abbiamo abbassato il costo del Canone RAI da 113€ a 90€ attraverso l'inserimento del canone in bolletta e la lotta all'evasione NO -3 Questa è una autentica bugia. Una porcata vigliacca con la quale si è introdotta una nuova tassa a fronte di una vecchia tassa fantasma. Andate a cagare e criptate la RAI, e togliete la pubblicità dalla TV di Stato. E smettetela di far fare programmi di merda alla RAI per fare il favbore a Mediaset. Su questo mi fate davvero schifo.  
Ampliato la no tax area per i dilettanti sportivi fino a 10.000€ e reso strutturale il fondo sport e periferie SI 1    
Aumento finanziamento alla Commissione per le Adozioni internazionali fino a 25 milioni di euro l'anno SI 2    
Aumentato le risorse per il Piano Nazionale contro la violenza sulle donne fino a 30 milioni di €. SI 1 Metterei 3 ma dsi deve fare molto ma molto di più  
Vietata la vergognosa pratica delle dimissioni in bianco
SI 3    
Firmato l'accordo di Parigi sul clima
SI 3    
Ridotto il problema del sovraffollamento carcerario
SI 1    
Stabilizzato il 5perMille
SI 1 Facilitate le associazioni detraendo loro i costi di base (ad esempio conti correnti) e aitando con immobili  
Abbattuto le tasse sul mondo agricolo a cominciare da Imu e Irap
SI 2    
Introduzione della responsabilità civile dei magistrati
SI 2    
Lavorato con le Fondazioni sul contrasto alla povertà educativa e minorile
NO -3 Lavorato non significa niente. Se devi mettere ua riga riemipila con un risultato altrimenti lascia stare.  
Approvato il piano Industria 4.0 con risultati straordinari per la manifattura e i beni infrastrutturali NO -3 "risultati straordinari" non significa niente. Se devi mettere ua riga riemipila con un risultato altrimenti lascia stare.  
Firmati i primi accordi con le grandi multinazionali del Web per far pagare le tasse in Italia su base volontaria NO -1 Ci voleva più durezza  
Introdotto l'Art Bonus con la deducibilità fiscale per chi investe in cultura
Si 1 Non mi piacciono molto i Bonus  
Approvato il Codice Antimafia
SI 3    
Insediato e valorizzato l'Autorità Nazionale Anti Corruzione guidata dal Giudice Cantone
SI 3    
Realizzati 33 miliardi di risparmi con la revisione della spesa attraverso centralizzazione acquisti e revisione capitoli di spesa SI 2    
Iniziato a governare con la disoccupazione al 13% e adesso siamo scesi sotto l'11%
NO -1 Se la fonte è l'Istat la credibilità è quasi zero  
Iniziato a governare con la disoccupazione giovanile al 44% e adesso siamo scesi al 32%
NO -1 Vedi riga sopra  
Iniziato a governare con 22 milioni di occupati e ora siamo a quota 23 milioni di occupati
NO -1

Vedi riga sopra

 
Iniziato a governare con il PIL stabilmente negativo intorno al -2% e oggi siamo a oltre +1.5%. NO -1 Vedi riga sopra   
Stabilizzato il rapporto debito/PIL dopo anni di crescita selvaggia
SI 2 Certo che peggio di Berlusconi non si poteva fare.  

Ci sono alcuni punti a cui avrei messo più di 3, ma siccome ce ne sono altri a cui avrei messo meno di -3 allora la calcoliamo para-patta-e-pace.

Sulla base dei risultati il punteggio è positivo ed è pari a 120

 Attenzione: nel calcolo del punteggio voglio inserire

  • -30 per non aver fatto una legge sul conflitto di interesse e sull'antitrust così da sanare e mettere in sicurezza il Paese
  • -20 per aver provato a cambiare la costituzione in una direzione pericolosa, per il solo senso di vanità e spocchia di fare i padri della patria
  • -10 per aver approvato una pessima legge elettorale
  • -10 per aver tenuto in maggioranza gente come Verdini
  • -10 per non aver perseguito con maggiore determinazione una redistribuzione generale della ricchezza
  • -20 per aver aiutato le banche degli amici
  • -30 per aver silurato Prodi come presidente della Repubblica
  • -30 per aver portato quasi a zero la democrazia interna al Partito Democratico
  • +20 per aver indicato un presidente della repubblica con un buon senso dello Stato (potevamo ritrovarci Confalonieri o Verdini)
  • +30 per aver trasportato il PD nel PSE
  • +10 per aver tentato di approvare la legge Fiano sulla messa al bando concreta dei fascisti
  • +10 per aver tentato di approvare la legge sullo Ius Soli

In questo caso il punteggio è ancora positivo ed è 30.

Mi sarebbe piaciuto votare un partito che totalizzava 1000 punti nella scala del mio gradimento. Non è così.

Darò il mio voto al PD, nonostante credo che Renzi nel partito abbia messo in atto un vero e proprio golpe.

Ma tenendo conto di tutto va bene così, di meno peggio in giro non ce n'è.